Risulta ovviamente la proposta migliore per conoscere i posti nascosti dell'isola, che possono essere accostati soltanto dal mare. L'ora migliore per partire sono le 9:00am Proponiamo come punto di partenza: Kapsali. Meglio andarci con uno scafo. Andiamo verso est. Dopo aver passato il promontorio Grossa, incontriamo la prima piccola baia dove ci fermiamo per fare il bagno. È la piccola spiaggia di Kyriakoulou. Una spiaggia che non è accessibile dalla strada, per questo siamo soli. Godiamo il silenzio! Entriamo nello scafo e continuiamo. Passiamo la spiaggia di Chalkos, i promontori Gaidaros e Kapelo e subito dopo ci troviamo nella baia di Vroulea con una piccola spiaggia a sabbia. Con una maschera ci incanteremo con la bellezza del fondo. I tanti piccoli pesci aspettano quello che riconosce il sapore di mare! Il nostro piccolo viaggio continua passando dalle spiagge Fyri Ammos e Kobonada fino ad arrivare a Vlychada che si trova pochissimi metri dopo la spiaggia di Kaladi. La miglior idea è passare la notte qui ma un'altra volta perchè per oggi non abbiamo ancora finito. Lasciamo dietro Kaladi, Paleopoli e Avlemonas per andare verso gli isolotti Dragonares. La piccola Dragonara era luogo sacro negli anni antichi, lì i marinai facevano sacrifici ai Dei per poter continuare il loro viaggio. Tutti sanno che il mare di Citera è tempestoso sopratutto in inverno. Siamo nella parte più orientale dell'isola e passeremo dalle coste di Diakofti e di Agia Pelagia per arrivare ai Fourni che si trovano subito dopo il promontorio di Makria Punta e poco prima di Platia Ammos. È 1:00dm. Arrostiremo i pesci, mangeremo e berremo vino rosso tradizionale. Dobbiamo partire, ci aspetta il promontorio di Spathi. A Spathi si trova il faro inglese di Moudari. Facciamo delle foto. Ora ci troviamo nella parte più nord dell'isola. Cominciamo a scendere dalla parte occidentale con il sole che illumina i ripidi pendii. Dopo la piccola isola di Armenopetra incontreremmo la spiaggia di Lygia. Più giù ci sono le baie di Agios Eleftherios e la spiaggia di Lykodimou che sono le più adatte per un bagno a quest'ora. Partiamo per andare alla baia di Mylopotamos che si trova dopo Koufos Gyalos e Fokospilies (Grotte di Foche). Non avvicinarvi alle foche, se ci sono in quel periodo, si possono mettere paura è farsi male. Passando il promontorio incontreremmo il piccolo porto di Limnaria, Xeronisi, Lydia (o isola della Madonna) e Strogyla nisia (isole rotonde). Da qui già si vede Chytra. Quella piccola isola che si vede da Kapsali o da Chora. Ci avviciniamo dalla parte ovest, il sole è cominciato a cadere. Entriamo con lo scafo alla grotta di Chytra. La luce entra solo dal riflesso del sole al fondo del mare! Un esperienza fantastica. Possiamo nuotare e camminare sulle rocce. È arrivata l'ora del ritorno a Kapsali.

Potete scegliere anche altre spiagge per fermarvi, ce ne sono tante che sono adatte per passarci la notte senza che nessuno vi disturbi. Puoi chiedere informazioni e direzioni alle persone dell'isola. Vi proponiamo andare con lo scafo anche a Elafonisos e ad Anticitera.