Non dimenticate di visitarla! Si trova a pochi chilometri dal paese di Mylopotamos, verso la spiaggia di Limnionas. La grotta l'hanno nominata “Santa Sofia” perchè in quella zona, come dice la tradizione, è stato trovato il corpo della Santa, fatto che testimoniano anche gli affreschi del XIII secolo che si trovano nell'entrata della grotta. Può darsi che all'inizio il tempio era dedicato alla saggezza (sofia) di Dio e con il passare degli anni l'hanno chiamata “Santa Sofia”. Nel 1955 con spese di Anna Petrochilou (in memoria di suo marito Ioanni Petrochilou) la grotta è stata esplorata e poi mappata. Secondo questa mappa la grotta è quasi 2000m.q. I visitatori possono vedere solamente una parte di 200m circa. A parte gli affreschi c'è anche una chiesa dedicata a Santa Sofia. Entrando nella grotta possiamo vedere stalattiti e stalagmiti di vari colori a causa della morfologia delle rocce. La temperatura verso luglio è di 16oC ed ha 73% di umidità. La grotta si può visitare soltanto nei mesi estivi dove vi parleranno anche del piccolo artropode che vive solamente a Citera, Kythironiscus Paragamiani.