Scendendo la gola di Mylopotamos più giù dalle cascate di “Fonissa” in mezzo i platani, ci sono 22 mulini d'acqua. I mulini d' acqua funzionavano con la forza dell'acqua che scendeva del fiume il quale esiste anche oggi. Ogni mulino aveva tre camere centrali, una dove c'era il mulino che macinava i frutti, un'altra dove vivevano e dormivano le persone che lavoravano nel mulino e ultima quella dove mettevano gli asini, mezzo di trasporto dell'epoca. I mulini appartenevano alle famiglie che ci vivevano ed hanno il nome dei costruttori o dei primi che li hanno fatti lavorare.



La vitta delle famiglie che vivevano ai mulini era veramente difficile. Per questo motivo ma anche a causa delle nuove tecniche di macinazione sono stati abbandonati i mulini. Un po' più giù ci sono delle cascate con dei piccoli laghi dove potete fare il bagno e se volete potete continuare scendendo la gola che porta alla spiaggia di Kalami.